STADERA

078 STADERA

Bilancia tenuta in uso fino al secolo scorso, faceva parte dell’ arredamento della casa romana per pesate in cui non occorresse grande precisione. Era costituita da un solo piatto ed un lungo braccio prismiforme graduato con tacche, all’ estremità del quale erano appese catenelle per sostenere il piatto, e sul quale scorreva un peso equilibratore costante, detto romano; il fulcro della leva era costituito da un gancio che sorreggeva la bilancia.

CLESSIDRA

079 CLESSIDRA

Orologio ad acqua introdotto a Roma nel II sec. a.C. E’ formato da un vaso superiore da cui defluisce il liquido lentamente, attraverso un foro praticato nel fondo, in un altro vaso inferiore. Dall’ altezza del livello dell’ acqua raggiunta nel vaso inferiore si deduce la misura del tempo trascorso. L’ indicazione è data da un galleggiante, che innalzandosi con l’ aumentare dell’ acqua caduta nel vaso inferiore, fa girare un rullo solidale alla lancetta dell’ orologio. La clessidra era usata nei processi per misurare il tempo concesso ad ogni oratore per parlare (2 clessidre corrispondevano a 24 minuti).

 GROMA

081 GROMA

Strumento usato dagli antichi Romani per tracciare linee rette sul terreno. Era costituito da due bracci uguali, disposti a croce, dalle cui estremità pendevano 4 fili a piombo, imperniati su un’ asta. Era impiegato soprattutto dagli agrimensori per misurare terreni, nella costruzione di strade, per tracciare le linee decumane ed i cardini degli accampamenti militari. Un aiutante si poneva ad una certa distanza con un paletto e lo piantava nel terreno secondo le indicazioni del geometra, il quale traguardava lungo uno dei bracci della groma.

 ARCHIPENDOLO

082 ARCHIPENDOLO

Strumento, detto anche archipenzolo, usato principalmente dai muratori (structores, fabri caementarii), che serviva per verificare l’ orizzontalità di una retta o di un piano.

Consiste in una squadra rigida formata da due aste congiunte ad angolo ad un estremo, da cui parte un filo a piombo, e collegate con una traversa.

Quando il filo a piombo corrisponde alla tacca di riferimento segnata sulla traversa, la retta di appoggio dello strumento è orizzontale.

MERIDIANA

085 MERIDIANA

E’ una copia della meridiana romana, ritrovata a Sremska Mitrovica in Serbia, l’ antica Sirmium (Pannonia inferiore), base militare, ove furono stanziate legioni romane per le operazioni in Dacia.

La meridiana era un orologio solare, costituito da una superficie, recante le linee orarie, sulle quali l’ ombra proiettata dallo gnomone, spostandosi successivamente, segnava le varie ore del giorno.