SPICVLVS

Spiculvs

Nacque a Siracusa, una delle più prestigiose città dell’antichità nel 48 d.C. . Figlio di contadini trascorse un’infanzia tra campi da coltivare e giochi spensierati. L’episodio che cambiò la sua vita fu l’arrivo di un legionario in congedo, eroe di grandi battaglie sotto il regno di Gaio, il quale gli raccontò la sua vita piena di avventure e lo iniziò all’ uso del gladio. SPICVLUS

Il suo carattere irrequieto ed esuberante lo portò sempre più spesso a doversi difendere da mariti gelosi e da prefetti prepotenti , i quali costrinsero suo padre a ripudiarlo e ad allontanarlo dalla casa natia. Il giovane non si perse d’animo e girovagò per qualche tempo senza meta, cercando di rivivere le storie che ascoltava da bambino, fino ad arrivare a Capua dove, grazie alla sua maestria con il gladio, fu notato dal lanista Calpursio, che lo introdusse all’arte gladiatoria. Nel Ludus Capuae, dove trascorse duri anni di combattimenti, ebbe modo di specializzarsi nelle varie discipline: mirmillone, oplomaco, trace, reziario, secutor. La sua ambizione e la sua bravura lo condussero infine a Roma, al Ludus Magnus, la scuola di gladiatori più importante dell’impero dove venne consacrato con il nome di Spiculus, il Doctor. Avendo finalmente raggiunto la fama e la ricchezza, si dedicò ai suoi passatempi preferiti: il buon vino e le belle donne. Girando per i lupanari ebbe l’onore di conoscere Lucio Domizio Enobarbo, detto Nerone. Dopo un breve scontro verbale i due divennero inseparabili compagni di baldoria fino alla morte dell’imperatore. Alla scomparsa di Nerone finirono i baccanali e le serate allegre.  Spicvlvs – Il Doctor, ormai stanco degli intrighi di corte, decise di tornare alle sue origini e si ritirò a Siracusa, dove grazie alla generosità di Nerone aveva costruito un discreto podere. Si sposò con una giovane donna, Galatea Marzia Claudilla, ed ebbe molti figli.

spicvlvs

Il suo nome riecheggiò nel tempo fino ai giorni d’oggi, dove lo troviamo di nuovo a Roma nel Ludus Neronianum, come Spiculus – il Summo Magister della Scuola dei Gladiatori di Roma. E la storia continua…