RASOIO

073 RASOIO

Per radersi la barba i Romani usavano rasoi a forma di mezzaluna, di bronzo o di ferro temprato, affilati su semplici pietre.

Naturalmente non esistevano morbide schiume da barba; normalmente era usata solo acqua; alcuni impiegavano cerette a base di ingredienti naturali. La rasatura faceva male, spesso era una vera tortura.

I più ricchi avevano il barbiere domestico, uno schiavo che, finita la rasatura, strappava al “dominus” uno per uno tutti i peli superflui ai lati delle sopracciglia, sul collo e sulla nuca.

 STRIGILE

074 STRIGILE

Strumento di bronzo, di ferro o di osso, a forma di pettine, dotato di un manico diritto e di una lama ricurva e concava. Era usato dagli antichi Romani, ed in particolare dagli atleti, dopo il bagno o dopo gli esercizi ginnici per pulire la pelle dalla polvere, dal sudiciume o dall’olio e unguenti spalmati in eccesso su di essa.