IL GSR ANNULLA IL NATALE DI ROMA

Cari Soci, cari amici del Gruppo Storico Romano e amanti della Storia di Roma, alla luce delle ultime notizie che ci pervengono dai nostri organi di Governo, dobbiamo annunciare che i festeggiamenti del Natale di Roma, organizzati dal Gruppo Storico Romano da oltre 20 anni, non potranno avere luogo quest’anno. Sì, il Natale di Roma 2020 è annullato. I timori del contagio, le disdette delle prenotazioni, le difficoltà organizzative e le mille incognite che non possono essere contemplate quando si organizza un evento di portata internazionale come è il nostro Natale di Roma, ci costringono a questa scelta.
So che la notizia potrebbe generare sconforto in voi, rammarico, tristezza. È giusto. Capisco ed è legittimo. Ma non a caso mi sono rivolto agli amici e agli amanti della Storia di Roma. Chi, come me, è guidato dalla passione per le vicende del passato, sa bene che nella vita c’è sempre il momento duro da affrontare dietro l’angolo, che questa nostra avventura su questo mondo è piena di ostacoli, difficoltà, prove da superare. Io rispondo a tutto ciò rimboccandomi le maniche. Nella mia vita non ho certo avuto favori, o regali, che mi hanno permesso di essere dove sono. Sapete cosa mi ha fatto diventare grande? Cosa ha fatto diventare anche il Gruppo Storico Romano grande? Proprio le difficoltà, proprio gli ostacoli.
Vi dico: Ogni tempesta ha una sua fine. Una volta che tutti gli alberi sono stati sradicati, una volta che tutte le case sono state demolite, il vento si calmerà, le nuvole se ne andranno, la pioggia si fermerà, il cielo si schiarirà in un istante. E solo allora, in quei momenti di quiete dopo la tempesta, capiremo chi è stato abbastanza forte da sopravvivere.
Io ho studiato la Storia di Roma, ed è lì che trovo conforto quando qualcosa va male. Guardiamoci indietro, ascoltiamo le parole di chi è superato grandi ostacoli, i grandi sapienti del passato. Vi cito una frase di Seneca: “Un timoniere di valore continua a navigare anche con la vela a brandelli.” Ecco allora io vi dico, sì, il Natale di Roma 2020 è annullato. Ma ci sarà, ci sarà ancora un domani, dove poter ancora vederci, rallegrarci, riabbracciarci. A voi dico: non temete. Resistiamo.
Amiamo studiare la Storia di Roma perché ci emoziona sapere che c’è stato un tempo in cui noi Romani affrontavamo battaglie impossibili, difficoltà insormontabili, e sapete una cosa? Le battaglie le vincevamo. Le difficoltà le superavamo. Con eroismo, forza, passione, fede. Ci piace conoscere queste storie perché un po’ invidiamo i grandi generali, gli invincibili legionari, vorremmo anche noi vivere vicende così avventurose. Bene, ora tocca a noi, combattiamo, come fecero i nostri avi ad Alesia, ad Azio, a Zama, sulle rive del Danubio, e su, fino ai confini del mondo. Noi a Roma facevamo così. Io ho sempre fatto così. E citando ancora i nostri “padri” romani, ricordo Ovidio che diceva: “Senza difficoltà non c’è nulla che abbia valore.”. Ecco, questi sono i miei valori, le cose che ho imparato.
Potrei riassumere quello che la vita mi ha insegnato solo con due semplici parole: “andiamo avanti”.
Mai come oggi vi salutò romanamente
Da lontano con una mano alzata!
Valete!!