IDI DI MARZO

IDI DI MARZO – 15 Marzo – Largo Argentina e Fori Imperiali

“Idi di Marzo 2020”, dedicato alla commemorazione delle Idi di Marzo del 44 a.C. e dell’assassinio di Gaio Giulio Cesare per mano di un gruppo di congiurati con a capo Bruto, suo figlio adottivo all’interno dell’Area Sacra.

Saranno i rievocatori del Gruppo Storico Romano (associazione culturale senza scopi di lucro) che da anni ricostruiscono il tragico crimine presso l’Area Sacra di Largo di Torre Argentina. Dopo la ricostruzione della tragica morte del Divo Giulio, si prevede di ricostruire il corteo funebre da Largo Argentina a via dei Fori Imperiali per terminare presso il Tempio di Giulio Cesare (con la partecipazione dell’Associazione Decima Legio). Così che l’evento, oltre ad avere intenti rievocativi, si propone il fine di valorizzare il patrimonio culturale della città di Roma.

Basti ricordare il Momento epocale nella storia della nostra città, all’interno della Curia di Pompeo, l’assassinio segnò il passaggio dall’età repubblicana a quella imperiale, e a tutt’oggi suscita ancora interesse e commozione tra la gente.

Questo anno è prevista la deposizione di una targa in ricordo dell’uccisione di Giulio Cesare,  sul luogo dove accaduto il tragico evento. Essa sarà posta da Alberto Angelo, dal Presidente del GSR Sergio Iacomoni e confidiamo nella Sua Presenza.

La manifestazione, realizzata con la supervisione del Dipartimento di Scienze storiche,

filosofiche-sociali, dei beni culturali e del territorio dell’Università di Roma “Tor Vergata”, sarà

incentrata nell’area sacra: tempio A.

Sarà previsto in apertura della celebrazione delle Idi di Marzo, un Rito della Dea Feronia, all’interno dell’Area Sacra e precisamente nel Tempio A.

 

PROGRAMMA

Ore 13.30 Rito di Feronia.

Ore 14.00 Nella prima scena verrà rappresentata la riunione del Senato nella quale Cesare, alla presenza di Marco Antonio, Catone, Cicerone, senatori e tribuni della plebe, venne dichiarato nemico pubblico di Roma, se non avesse sciolto le sue legioni prima di tornare a Roma.

Ore 14.20 La seconda scena riproporrà l’arrivo di Cesare presso la Curia il giorno delle Idi e l’incontro con l’indovino Spurinna, che lo aveva messo in guardia con il famoso monito: “Cesare, guardati dalle Idi di Marzo!”. Entrato nella Curia Giulio Cesare verrà circondato dai cospiratori, che lo colpiranno con ventitré coltellate uccidendolo.

Ore 14.45 Un corteo Funebre costituito da circa 100 Rievocatori, partirà da Largo Argentina, proseguirà in via dei Fori Imperiali, e arriverà, alle ore 15.10 presso il Tempio del Divo Giulio, all’interno del parco Archeologico del Colosseo.

Ore 15.15 La terza e ultima scena è incentrata sulle orazioni di Bruto e di Marco Antonio al termine del funerale di Cesare, nel Foro Romano, che ispirò Shakespeare per il suo Giulio Cesare. La moglie di Cesare, Calpurnia Pisone piangerà la morte del suo amato.