CORVO

052 CORVO

Macchina bellica d’ assedio in uso presso i Greci e presso i Romani. Era costituita da una struttura in legno, spesso sistemata su ruote per poter essere trasportata. Dalla struttura si prolungava una trave, che poteva muoversi in senso verticale o ruotare anche in senso orizzontale. Ad una estremità della trave era collocato un grosso uncino, simile al becco di un corvo (da qui il nome), con il quale si potevano abbattere mura, palizzate oppure si poteva afferrare e tirare a sé  carri, macchine e oggetti del nemico.

Un tipo particolare di corvo era quello detto falciatore, che agendo con un movimento orizzontale, travolgeva con una specie di movimento a falce i nemici, che si trovavano a difendere una muraglia.